Orario di lavoroLun – Sab: 7:00 AM to 8:00 PM

Giardini pubblici, privati e idrosemina

Garden Peticca, con la sua esperienza trentennale e il suo personale specializzato, è in grado di trasformare il tuo sogno in realtà. Il giardino, opera unica ed irripetibile, è pensato per stupire, sorprendere ed affascinare; pubblico o privato lo spazio verde deve essere valorizzato ed arricchito nel massimo rispetto dell’ambiente naturale. La nostra azienda è in grado di offrire al cliente un servizio di progettazione, realizzazione e manutenzione dell’area verde oltre ad una gamma di prodotti completa e flessibile per poter arredare, con la stessa eleganza, un grande e sontuoso giardino ed anche un piccolo terrazzo.

giardino-su-misura

GARDEN PETICCA

Il giardino su misura

Disponiamo di piscine made in Italy di riconosciuta qualità, durata e affidabilità a livello internazionale, frutto di una continua evoluzione, esperienza e test condotti in ogni genere di condizione climatica e utilizzo.
Pronte in poche ore. Straordinariamente solide e adatte a resistere agli utilizzi più disparati.
Una piscina fuori terra può essere posizionata sia all’interno che all’esterno dell’abitazione, diventando oggetto d’arredo in giardino e vero e proprio salotto d’acqua in casa.

GARDEN PETICCA

Tappeto erboso sintetico

Molti clienti hanno chiesto una soluzione per il loro giardino che non richiedesse un’eccessiva manutenzione. La migliore soluzione è il prato sintetico.

tappeto-erboso-sintetico

Basta pensare alla famosa reggia di Versailles per avere un’idea della tipologia di giardino di cui stiamo parlando. Questa tipologia di giardino presenta dei veri e proprio sentieri di siepi, che spesso si snodano anche in labirinti. Questa tipologia di giardino è ideale per ville di una certa grandezza, dove vengono create dei viali grandi pieni di piante ornamentali e sfarzose, con colori sgargianti e di diverse dimensioni. Altri elementi caratteristici dello stile francese è la presenza di fontane, giochi d’acqua e di luci, particolarmente apprezzate la sera. Si può notare come la disposizione delle piante e alberi potrebbe risultare casuale, in realtà non è così. Il posizionamento di esse sono volte ad esaltare ed impressionare il visitatore.

Da non confondere con quello all’italiana. Per mediterraneo fa rifermento all’insieme della flora tipica e caratterizzante della macchia. Proprio per questo motivo che in questi giardino troviamo una enorme quantità di piante e fiori apparentemente diverse. La caratteristica distintiva di questa tipologia di giardino è la scelta delle piante in base al loro colore. Per la cura, occorre avere una grande conoscenza delle piante e dei fiori, e soprattutto una grande cognizione della struttura che si vuole creare. Un’altra caratteristica importante che richiede questo tipo di struttura è il rispetto dei cicli naturali delle piante. ATTENZIONE, per la realizzazione di questo tipo di giardino bisogna aver chiaro la struttura e la forma che si vuole realizzare, onde evitare di creare una vera e propria accozzaglia di fiori disposti a caso. Inoltre, non avrebbe senso piantare i fiori in un ordine forzato, magari per creare un accostamento nei colori, se poi non si conosce il periodo di fioritura delle piante. È opportuno puntualizzare che il giardino mediterraneo, si divide in due sottocategorie, che sono: il giardino arabo, dato che parte dell’Arabia si affaccia sul Mediterraneo. Nella fase della sua progettazione la scelta ricade su fiori e piante che necessitano di poca acqua. Proprio per questo motivo lo spazi si caratterizza in piccoli corsi. Il giardino rinascimentale, in questo caso si troveranno dei piccoli laghi e delle fontane molto importanti, dove possono viverci i famosi pesci rossi.

La sua realizzazione è volta a infondere un profondo senso di rilassatezza. Non ce n’è un solo tipo ma diversi; la finalità del giardino giapponese è quello di ricreare lo stile di vita della cultura nipponica, improntata alla lentezza e all’introspezione. Possiamo optare per, il Buddha Shakkei presenta delle strutture particolari, che sono le terrazze e le case, o meglio dei templi. Parliamo di spazi che si ritrovano nelle costruite con cura, sulla cui sommità svettano i templi. Gli edifici devono essere visibili in modo chiaro, perché rappresentano il cuore del giardino, infatti vengono costruiti in funzione loro, dove le siepi delimitano il percorso per il suo raggiungimento.  Kaiyū-shiki-teien, se il giardino precedente metteva in bella mostra gli elementi più importanti della struttura, questo in qualche modo li nasconde. È infatti colui che si addentra in questo percorso a restare meravigliato ad ogni angolo, poiché nulla è lasciato a caso tutto è accuratamente studiato. Shinden-zukuri nasconde un significato speciale. In tal caso il visitatore parte dal “cuore pulsante” del giardino, dove generalmente è caratterizzato da uno spazio dedicato alle cerimonie tipiche giapponesi. Attorno alla zona centrale viene costruita un’area che ospita un laghetto. I Tsuboniwa infine sono i classici spazi che si trovano negli ambienti urbani, in cui ricevere gli amici e rilassarsi dopo una giornata di lavoro.

I più apprezzati ed invidiati al mondo. Si tratta di una vera e propria progettazione del verde, dove nulla è lasciato a caso, per quanto riguarda piante e area su cui agire. La progettazione di quest’ultima, può far riferimento su siepi o alberi o angoli di verde, costruite con una forma chiara, quasi a ricordare l’ordine e la disciplina delle antiche legioni romane. Questo tipo di giardino non è per tutti, nel senso della manutenzione. Richiede infatti una cura costante, frequente quasi giornaliera. Anche le siepi spesso sono potate in modo che rappresentino delle forme, o geometriche o particolari come animali.

Abbiamo finora notato come ogni giardino ha il suo specifico ruolo. In tal caso la sua finalità è quello di nascondersi paradossalmente, dove il verde si integra perfettamente con il posto, ma in modo naturale, silenzioso. L’aspetto particolare è che le piante vengono innestate conoscendone l’esatto periodo di fioritura. In questo modo ogni elemento sboccerà quasi in una sequenza, in un ordine voluto, che tenderà a far cambiare aspetto al parco a seconda del momento dell’anno in cui lo si visita.

Consiste in un giardino realizzato all’interno di una costruzione solitamente in vetro le cui funzioni sono del tutto simili a quelle di una serra che, grazie all’isolamento e alla notevole illuminazione, è in grado di ospitare varie specie vegetali che riescono a vivere anche in inverno. Il wintergarden può venire progettato sia come ampliamento dell’abitazione, sia sotto forma di costruzione indipendente, ma è anche ottenibile semplicemente chiudendo una zona di terrazza oppure un balcone. L’elemento distintivo è quello di utilizzare ampie vetrate destinate preferibilmente verso sud, abbracciando cosi quello che è chiamata l’architettura eco-sostenibile, grazie ai materiali utilizzati. Grazie all’apprezzamento riscosso da architetti e designer, il giardino-serra si è trasformato in un vero e proprio status-symbol, in grado di arricchire e personalizzare le abitazioni. Nella fase di progettazione è fondamentale definire la forma del giardino, in base alla sua localizzazione. Per quanto riguarda l’arredo interno, facendo perno ai gusti personali, si optano per mobili in bambù, rattan e in paglia viennese. Non possono mancare ampi cuscini colorati e scaffali dove posizionare vasi contenenti piante e fiori.

Si tratta di un giardino formato da un ecosistema realizzato con vegetali che richiedono scarsi quantitativi di acqua; pertanto appartiene alla categoria delle strutture eco-sostenibili a basso impatto ambientale. Il problema principale che si pone a chi desidera progettare un giardino secco è appunto quello di ricreare condizioni termiche adatte per la sopravvivenza dei vegetali. Molti sono le specie che appartengono alla macchia mediterranea che si adattano benissimo in qualsiasi contesto come Agavi, Aloe e alcune varietà di Cactus. La scelta del prato è al quanto difficile, dato che generalmente richiede abbondanti annaffiature. Per questo che è consigliabile optare per specie macroterme o come piante tappezzanti oppure scegliere direttamente la ghiaia. Inoltre, la terra deve essere lavorata in profondità per creare dei serbatoi idrici di acqua piovana, necessari per la crescita e lo sviluppo del giardino asciutto, che richiede una piccola depressione a tazza intorno alle singole piante almeno nelle fasi iniziali della loro crescita. Per un’efficacia drenante si richiedono l’utilizzo di substrati a componente sabbiosa o argillosa, che garantiscono un efficace drenaggio e che, grazie alla presenza di macropori, consentono un ideale sviluppo dell’apparato radicale. L’esposizione di un giardino di questo genere deve essere preferibilmente verso sud e al riparo dai venti dato che il freddo e le correnti d’aria si rivelano molto dannose per le piante.

Parliamo di una costruzione caratterizzata da un avvallamento in grado di raccogliere l’acqua piovana in pochissimo tempo dove viene successivamente assorbita. Parliamo di filtrazione naturale, dove da un lato limita i consumi dell’acqua e d’altro lato contribuisce a ridurre il dannoso fenomeno dell’erosione superficiale (run-off). Un’ulteriore vantaggio è la minima, se non assenza, manutenzione derivante dalla naturale dinamicità dell’ecosistema in simbiosi alla stagionalità. In termini organizzativi, si prevede il posizionamento di una vasca profonda circa 1 metro da mettere sotto al livello del terreno e fornita di un sistema drenante in grado di intercettare l’acqua piovana. La rain Garden è ideale per aiuole sulle strade o spazi verdi urbani, dove non può essere garantita una costante annaffiatura, ma che risultano esteticamente piacevoli. Inoltre, contribuisce a ridurre la concentrazione delle sostanze inquinanti mediante specifici procedimenti di fitodepurazione, dato che il terreno è in grado di filtrare l’acqua attraverso un lento assorbimento. Per concludere, tra le specie più indicate per un rain garden, di solito ci sono l’Echinacea Purpurea, l’Amarillide, l’Iris, la Lobelia, il Liatris e quasi tutte le varietà di erba a crescita rapida.

idrosemina

GARDEN PETICCA

Idrosemina

Garden Peticca vanta di una vasta esperienza, nell’ambito delle aree verdi pubbliche. Ormai da anni, infatti, si occupa di progettazione e realizzazione di parchi, giardini, prati, siepi, aiuole, messa a dimora di alberi ad alto fusto e dell’inserimento di elementi di arredo come: fontane, pavimentazioni, panchine e molto altro. Anche qui la progettazione viene realizzata prendendo in considerazione il verde da rivalutare nonché le disposizioni del comune di riferimento. Garden Peticca si occupa, oltre alla progettazione e realizzazione del Verde Pubblico, fornisce anche la manutenzione ordinaria e straordinaria sempre in tempi rapidi e con ottimi risultati.

L’idrosemina è una particolare tecnica per l’inerbimento di superfici difficili e impervie, dove, con la semina tradizionale, sarebbe impossibile ottenere buoni risultati. L’estrema adattabilità dell’idrosemina permette di inerbire non solo scarpate e terreni scoscesi (anche fino all’80% di inclinazione), ma anche aree estensive in piano come campi da calcio, da golf e grandi aree pubbliche ricreative. La composizione dell’idroseminato varia in base all’esigenze ed ai risultati che si vogliono ottenere, inoltre tiene in considerazione dell’esposizione della superficie da inerbire, della natura del terreno, l’altitudine e la pendenza. La distruzione, di questa miscela complessa dalle particolari proprietà, avviene grazie all’utilizzo di appositi macchinari. Con l’idrosemina, il seme, l’acqua, il fertilizzante e la pacciamatura vengono mescolate e applicate direttamente sul terreno attraverso apposite macchine. In questa maniera, attraverso un unico lavoro il terreno viene seminato e fertilizzato, e siccome le fibre della pacciamatura trattengono moltissima acqua i semi vengono mantenuti umidi consentendo un inerbimento rapido ed efficace. In base alle tipologie dei componenti possiamo distinguere diverse tecniche:

  • IDROSEMINA NORMALE, quando la pendenza da trattare sono da lievi ad elevate ed il terreno presenta una bassa fertilità.
  • IDROSEMINA RAFFORZATA, simile all’idrosemina normale ma in questo caso viene aggiunta paglia trinciata per creare microcondizioni favorevoli alla germinazione.
  • IDROSEMINA POTENZIATA, ideale per superfici su cui l’idrosemina normale non avrebbe buoni risultati. Infatti qui si richiede irrorazione di una sostanza idrobituminosa stabile diluita in acqua.
  • IDROSEMINA CON MULCHES, si effettua quando le pendenze da trattare sono elevate o il terreno presenti una bassa fertilità. Alla miscela si aggiunge una percentuale di fibre di legno (mulch) per un migliore microclima favorevole alla germinazione.
  • IDROSEMINA A MATRICE DI FIBRE LEGATE, viene applicata una matrice antierosiva miscelata ad altri prodotti che permettono copertura e aderenza totale al terreno in condizioni particolarmente critiche.

L’idrosemia è una tecnica molto efficace ma richiede un’analisi e uno studio del terreno e delle condizioni ambientali accurata per ottenere un risultato ottimale.

GARDEN CENTER

Giardini pubbllici, privati e idrosemina

Perché sognare ad occhi aperti quando possiamo realizzarlo. Abbiamo tante soluzioni per te, scoprile nel nostro shop online.

Le nostre Realizzazioni

Ultime News